Cosa sono i condizionatori d’aria portatili?

20 Ottobre 2020 By admin

Senza alcun dubbio alcuno quando ci si occupa di climatizzazione e di condizionatori siamo sempre di più immersi in un universo di offerte e proposte tra di loro molto diverse e comunque intriganti. Che cosa possiamo e dobbiamo scegliere?

Al di là dei gusti personali, ci sono alcune considerazioni tecniche da analizzare e anche alcune idee sul tipo di praticità che ci può interessare: in questa ottica, per esempio, quelli di tipo portatile dovrebbero essere molto proficui.

Tutti hanno un buon amico che si lamenta sempre di quanto fa caldo in casa o nell’appartamento. Beh, un modo per affrontare questo problema è l’utilizzo di sistemi di condizionamento portatili. Questi sono ottimi per chi vive in piccoli appartamenti o in dormitori dove non vuole usare un condizionatore permanente. Le unità portatili sono leggere e possono essere facilmente trasportate e installate all’interno della casa. Oltre a fornire una soluzione economica a un problema di riscaldamento, questi condizionatori sono portatili perché non hanno bisogno di uno spazio di raffreddamento permanente come i modelli permanenti. Sono anche facili da portare con sé quando ci si trasferisce in una nuova casa, perché ci sono molti tipi diversi di sistemi di condizionamento portatili che possono funzionare praticamente in qualsiasi appartamento o casa.

Come funziona un sistema di condizionamento portatile? Ogni unità portatile funziona utilizzando un processo di raffreddamento evaporativo che permette di mantenere l’aria fredda all’interno di una stanza. Ogni unità portatile funziona in base al ciclo di raffreddamento di un refrigerante. Ecco un rapido esempio del ciclo di raffreddamento evaporativo in concetto: un refrigerante è in forma solida, liquida o gassosa; ha un punto di ebollizione inferiore rispetto all’aria e vaporizza mentre si muove attraverso un dispositivo di raffreddamento chiamato evaporatore. Una volta che l’evaporatore raffredda il liquido, esso risale verso il condensatore. Questo processo si ripete fino a quando l’aria nella stanza raggiunge una temperatura specifica. Ecco come funziona il ciclo di raffreddamento in pratica:

Quando l’aria nella stanza diventa troppo calda, il raffreddatore evaporativo si attiva e riporta l’aria a terra. Se l’aria raggiunge una temperatura specifica, l’evaporatore si attiva di nuovo e riporta l’aria fino alla parte superiore del contenitore di evaporazione, dove diventa aria fredda. Questo continua fino a quando l’aria ritorna nel raffreddatore e inizia a raffreddarsi di nuovo. Il processo di raffreddamento evaporativo è ciò che rende i condizionatori portatili così efficienti e convenienti. Ci sono anche alcuni modelli che permettono di far passare l’unità attraverso il condizionatore stesso, invece di doverla spegnere durante uno scatto di freddo.

Vuoi conoscere altre informazioni sull’argomento? Clicca sul sito condizionatoremigliore.it